Indice E3CI come strumento chiave per lo sviluppo di “Life ADA (Adattamento in Agricoltura)”, un progetto dedicato alla resilienza al cambiamento climatico nel settore agroalimentare

Il clima cambia, l’agricoltura reagisce”: è con questo slogan che il progetto ambizioso “Life ADA (Adattamento in Agricoltura)” presenta i suoi obiettivi: puntare ad equipaggiare le aziende agroalimentari delle regioni italiane con strumenti utili per comprendere gli effetti concreti del cambiamento climatico sulle loro attività. Per farlo, si avvale del contributo fondamentale dell’E3CI (European Extreme Events Climate Index), l’indice – realizzato grazie al contributo di IFAB, Leithà Unipol e CMCC – che studia gli impatti degli eventi climatici estremi per comprenderli, misurarli e prevedere la loro portata.

Concepito per aumentare la resilienza dell’intero settore agroalimentare italiano, il progetto offre alle aziende uno strumento digitale innovativo – la web app ADA Tool – che permette di:

  • accrescere la consapevolezza degli utenti riguardo le problematiche e gli impatti del cambiamento climatico sugli scenari meteorologici
  • conoscere i pericoli a cui un’azienda agricola è esposta in termini di eventi potenzialmente estremi (vento, siccità, grandine, gelate tardive)
  • sensibilizzare sulle azioni preventive da intraprendere nella gestione e programmazione delle attività agricole

Grazie all’implementazione dell’indice E3CI, la web app ADA Tool consente agli attori del settore agroalimentare di migliorare significativamente il loro processo decisionale sulle misure da adottare per affrontare i rischi climatici e evitare danni alla produzione, con una visione rivolta all’efficienza produttiva nel nome della resilienza.

Il progetto – attualmente attuato in modo sperimentale in Emilia-Romagna, Veneto, Toscana e Lazio, coinvolgendo 6.000 agricoltori – è coordinato da Unipolsai Assicurazioni S.p.A., finanziato dall’Unione Europea e realizzato grazie al contributo di Arpae Emilia-Romagna, CIA – Agricoltori Italiani, CREA-PB, Festambiente (Legambiente), Legacoop Agroalimentare Nord Italia, Leithà Unipol e Regione Emilia-Romagna. Per ulteriori informazioni, visitare il sito www.lifeada.eu.